sabato 28 gennaio 2012

Le Guide CAI(ne) dei Gpn: Donna, la Perla di Boscomarengo


Miracoli di Photoshop: Donna, Frazione di Boscomarengo (Al) sotto un cielo azzurro

"Non è vero che ero troppo stanco per arrivare in cima !!" E' ancora combattivo, Walter Bonazzi, il glorioso alpinista che nel 1953, insieme a Lacermelli e Compassoni, partecipò alla spedizione che aprì la via sulla parete Ovest del Dosso di Mandrogne. "Boia Faus, faceva un freddo micidiale. A un certo punto, ho guardato il mio hunza Nuto e ho detto: "Siamo finiti, dobbiamo buttare le bottiglie di dolcetto, altrimenti non possiamo andare avanti".

Leggi tutto...

venerdì 27 gennaio 2012

Le recensioni di Eugenio Sanchez Molina (II Parte)


  Eugenio Sanchez Molina all'uscita di un Matinée, (in castigliano, Diurno)


"L'unica differenza fra me e Salvador Dalì è che io non uso il profumo al cardamomo"

Eugenio Sanchez Molina, il Critico teatrale dei Giuristi per Naso, sempre alla ricerca di perle trascurate dalla critica tradizionale e asservita ai poteri forti dello spettacolo, raddoppia: dopo la recensione di Lavori in Corso,  eccolo alle prese con un altra performance alternativa (o, forse, alternativa alla performance) che, nobilitata dal suo stacco  sottilmente unico, assurgerà alla giusta gloria:  

Vendita Carne Bovina
(Fausto)
(di Markus - vignette di Principe Myskin)


In un oscuro teatrino del quartiere San Lorenzo, di dimensioni veramente ridotte, va in scena, con straordinario successo, uno dei più singolari one-man-show della stagione, Vendita carne bovina”. Si tratta di una potente performance di un attore noto soltanto con il nome di battesimo di Fausto, che ci invita a riflettere sulla mercificazione dell'essere umano con una messinscena cruda e straordinariamente incisiva.
Memore dell'insegnamento di Otto Muehl, Fausto, separato dal pubblico da una sorta di struttura in metallo e vetro, è in piedi su un tavolato: singolare residuo di quello che nel teatro d'antan è il palcoscenico, che, in questo ambiente angusto e opprimente, assume un ruolo tutt'altro che confortante. Fausto ha numerosi coltelli, è circondato da quarti di bue, e, con gesto provocatorio, li seziona.

Leggi tutto...

martedì 24 gennaio 2012

Compact Dish - Il Gambero Rosso dei Gpn - Il Primo

Scoperta nel Manicomio di Toledo©, ove era addetta alla consegna del catering, bastò uno sguardo tra il Webmaster dei Gpn e la Signorina Porcù perché la scintilla creatrice dell'arte li unisse.
Ecco quindi la seconda puntata del nostro Gambero Rosso:  Compact Dish, il Primo.

I talenti del Webmaster


Al Vecchio Mulo

Ottimo rapporto qualità-prezzo per questa solida trattoria di campagna, raggiungibile solo su soma, fondata da un'ex-camicia rossa garibaldina e dalla novizia, ancor più garibaldina, trafugata dal primo da un convento di Talamone. Prevalentemente frequentata da clientela locale il mercoledì, giorno storico di chiusura de Al nuovo mulino 1861, cinquecento metri più a valle sulla stessa forestale.

Leggi tutto...

Frank Zappa - Sharleena - Vienna 8 maggio 1988


video
Frank Zappa a Vienna, nel maggio 1988, in una delle sue ultime esibizioni dal vivo, durante una esecuzione di Sharleena, pezzo che evidentemente lo ispirava particolarmente (si pensi a Winos do not March da "Guitar") estrae improvvisamente dal cappello un solo semplicemente straordinario, per gusto, ricchezza melodica, progressione drammatica, pathos e virtuosismo mentale
Una specie di via di mezzo tra la furia inarrestabile del Montana di Oppoppoppa (o il Muffin Man di Bongo Fury) e il solo meditativo  di Saint Etienne.
Quando da sotto al palco gli ho visto incastonare, al vertice della piramide del resto del solo, quel trillo del minuto 4.14, è come se si fosse aperta una frattura nello spazio tempo, piantata in mezzo alla fronte e poi... parlare di musica è come ballare di architettura.
Uno degli ultimi grandi assoli del Genio di Baltimora (in una ripresa dal pubblico montata con materiale tratto da un documentario austriaco, footage reperito su youtube) 



"Sharleena" 

1988 05 08 - Stadthalle, Wien, Austria



The Band: 

Frank Zappa (guitar/Synclavier/vocals)
Ike Willis (rhythm guitar/vocals) 
Mike Keneally (stunt guitar/keyboards/vocals)
Robert Martin (keyboards/Synclavier/ vocals)
Ed Mann (percussion/Synclavier/vocals)
Scott Thunes (bass/mini-moog)
Chad Wackerman (drums/electronic percussion)
Walt Fowler (trumpet/flugelhorn/Synclavier)
Bruce Fowler (trombone)
Paul Carman (alto/soprano sax), Albert Wing (tenor sax)
Kurt McGettrick (baritone sax).


Leggi tutto...

lunedì 23 gennaio 2012

Le Mammine Mannare

Foto di Massimo Borsini

Nicholas Sacripante, l'ardimentoso free lance ben noto agli amici dei Giuristi per Naso, ci ha fatto pervenire un nuovo reportage scioccante, praticamente un esperimento di hard boiled di denuncia sociale (!?), una strampalata via di mezzo tra Dashiel Hammett e Guido Ceronetti.
Paracadutato dietro le linee nemiche, ci ha inviato una testimonianza dal Quartiere di Genova Castelletto. Separato da invisibili cavalli di frisia di censo, eleganza e presumìn dal resto del mondo, questo quartiere è probabilmente unico al mondo.

Un mostro si aggira per le città italiane. Non con il favore delle tenebre, ma in pieno giorno, sotto i nostri occhi ancora incapaci di distinguere il pericolo.
Effetto collaterale della dovuta emancipazione femminile e fenomeno meno evidente del vituperato (e temutissimo) fenotipo della vigilessa, per le nostre strade circolano decine, centinaia, migliaia di mammine mannare.



Leggi tutto...

domenica 22 gennaio 2012

Shakespeare e Nuvole (di Chiaffredo Teresio)


I Giuristi per Naso, agili marmotte dei più alti pascoli giuridico finanziari, sono abituate a fiutare di lungi il pericolo.
Figuriamoci, quindi, se non hanno immediatamente colto l'appressarsi del simpatico cacciatore, munito di loden e retino per catturare gli evasori!
Ecco quindi correre a soccorso lo Shakespeare di Chiaffredo Teresio, il nuovo corrispondente del sito che fa il suo esordio con una accurata traduzione di uno dei capolavori del Maestro di Stratford-upon-Avon.
La buona notizia è che il fischio è breve, la cattiva è che, sicuramente, non è l'ultimo.


DISCORSO DI ANTONIO SUL CORPO DI CESARE IL CONTRIBUENTE 

(traduzione dal Giulio Cesare di William Shakespeare, sommo poeta, secondo solo al nostro Dante,  di Chiaffredo Teresio dell’Istituto Superiore di studi filologici di Martiniana Po, Cuneo)



Chiaffredo arringa la pacifica gente di Martiniana



ANTONIO: Amici, romani, concittadini, prestatemi le vostre orecchie; sono venuto a seppellire Cesare il Contribuente, non a tesserne l'elogio. Il male che gli uomini compiono si prolunga oltre la loro vita, mentre il bene viene spesso sepolto insieme alle loro ossa. E così sia del Contribuente.
    Il nobile Mario vi ha detto che il Contribuente era un evasore e contribuì così all’insopportabile debito che grava sulla nostra Repubblica. Se così è stato, fu certo colpa grave ed in modo grave egli ne ha risposto. Qui, avendone avuta licenza da Mario e dagli altri - poiché Mario è un uomo d'onore e così sono tutti gli altri, tutti uomini d'onore - son io venuto a parlare ai funerali di Cesare.
    Egli era mio amico, era laborioso, produceva ed esportava; ma Mario dice che era un evasore e Mario è un uomo d'onore.


(Super)Mario Galaxy: poteri speciali contro l'evasione


Leggi tutto...